Nazionale femminile volley, pronte per RIO

di Alba D'Alberto Commenta

Oggi il raduno della nazionale femminile di Marco Bonitta che si prepara ad affrontare l’ultima fase della preparazione per i giochi olimpici di Rio. Un paio di comunicati disponibili sul sito della Federvolley fanno ben sperare per le azzurre. 

Le convocate per Rio 2016

FotodiGruppo

Si radunerà domani sera a Cavalese la nazionale italiana femminile di Marco Bonitta, che in Val di Fiemme affronterà l’ultima fase di preparazione in vista del torneo olimpico di Rio de Janeiro. Per questo primo collegiale, che si concluderà il 13 luglio, il ct italiano ha convocato 15 atlete:Alzatrici Ofelia Malinov (Imoco Volley Conegliano), Alessia Orro (Club Italia), Eleonora Lo Bianco (Foppapedretti Bergamo); Opposti Valentina Diouf (Unendo Yamamay Busto Arsizio) e Nadia Centoni (Galatasaray Istanbul); Schiacciatrici Serena Ortolani (Imoco Volley Conegliano), Antonella Del Core (Dinamo Kazan), Alessia Gennari (dall’8 luglio) e Miriam Sylla (Foppapedretti Bergamo), Paola Egonu (Club Italia); Centrali Martina Guiggi (Foppapedretti Bergamo), Anna Danesi (Imoco Volley Conegliano) e Cristina Chirichella (Igor Gorgonzola Novara); Liberi Ilaria Spirito (Unendo Yamamay Busto Arsizio) e Monica De Gennaro (Imoco Volley Conegliano).

Torna in Azzurro Eleonora Lo Bianco, la popolare pallavolista che adesso commenta la sua convocazione con estrema gratitudine nei riguardi del tecnico:

“Quando Marco Bonitta mi ha chiamato e mi ha chiesto di tornare in azzurro, non posso negare di essere stata molto felice – ci ha raccontato la palleggiatrice che ha il record di presenze in nazionale, 544 – Le mie precedenti rinunce erano state dettate da motivazioni personali, con particolare riguardo alle condizioni fisiche. Sono state decisioni sofferte da prendere, perchè dovevo rinunciare ad indossare una maglia per me bellissima e importante. Questa volta quando ho ragionato che avrei avuto la possibilità di giocare la quinta Olimpiade e di chiudere la mia carriera in nazionale proprio ai Giochi ho pensato: come faccio a dire di no? Quando mi è stata offerta nuovamente l’occasione mi sono convinta che a Rio ci dovevo andare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>