Vitamina C naturale e benefici per l’organismo

di Redazione Commenta

Spread the love

La vitamina C è una sostanza che il nostro organismo non riesce a produrre da solo e quindi deve necessariamente ricercarla in un’alimentazione sana ed equilibrata. Nel caso di carenza quando è necessaria una specifica integrazione esistono diversi integratori alimentari nel mercato.

La vitamina C svolge funzioni importanti per assicurare il funzionamento del nostro organismo nel modo corretto. In particolare, contribuisce a rigenerare il tessuto connettivo; favorisce l’assorbimento di ferro; supporta la produzione di emoglobina e globuli rossi nel midollo osseo; facilita la rigenerazione delle ossa in caso di fratture e ferite.

Tra le altre funzioni, svolge un ruolo protettivo nei confronti del sistema immunitario, contro l’azione dei radicali liberi, riduce il colesterolo “cattivo” ed inoltre ha la proprietà di far diminuire la durata nel tempo di raffreddori e stati influenzali.

La vitamina C fa parte del gruppo delle vitamine chiamate idrosolubili (si scioglie in acqua) ed è sensibile alle alte temperature, quindi si perde in caso di cottura in acqua di cibi che la contengono. La dose mediamente consigliata va dai 30 agli 80 milligrammi al giorno in una persona di sana costituzione.

Come le altre vitamine, non viene prodotta dall’organismo ma può essere assunta solo attraverso l’alimentazione.

È quindi molto importante conoscere le maggiori fonti di vitamina C per assicurarsi di assumerne una buona quantità.

È importante fare scorta di vitamina C consumando vegetali freschi e i relativi succhi. Quella di origine vegetale si trova in tarassaco, ortica, ravanelli, broccoli, spinaci, bietole, cavolini di Bruxelles, asparagi e fave; ne sono ricchi inoltre tutti gli agrumi, il pomodoro, le fragole, i peperoni verdi, il ribes nero e la papaia.

Essendo una vitamina che viene distrutta dalla cottura, dalla conservazione, dall’esposizione all’aria e alla luce, è fondamentale consumare gli alimenti freschi. Quanto più freschi e meno cotti sono gli alimenti, maggiore è la quantità di vitamina contenuta. Un’altra precauzione è quella di bere le spremute di agrumi immediatamente dopo la preparazione, altrimenti gran parte della vitamina C si perde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>