Coppa del mondo di sci 2012: vince Blardone in Alta Badia

di isayblog4 Commenta

Spread the love

Dopo l’annullamento della gara di ieri, la seconda ed ultima in Val Gardena, quest’oggi si è disputata regolarmente la discesa in Alta Badia. Ieri infatti, a causa del forte vento, sono scesi solo pochissimi atleti, ma la mancanza di sicurezza ha spinto gli organizzatori ad annullare la discesa che vedeva in testa due francesi.

Oggi invece è l’Italia a comandare con la grande impresa di Massimiliano Blardone che aveva stupito tutti nella prima manche piazzandosi sesto, ed effettuando una seconda manche perfetta, da vero campione. Eppure, nonostante un tratto finale migliore di tutti, nessuno poteva pensare all’impresa di Blardone dopo la prima parte di gara.

All’inizio infatti sembrava che Ted Ligety dovesse mettersi tutti dietro con una prima parte da paura. La prima discesa infatti ha fatto registrare appena 1′ 27” 96, con quasi mezzo secondo di distacco dall’austriaco Marcel Hirscher e ben 66 centesimi da Svindal, capolista in classifica. Nella seconda manche invece l’americano non si ripete ma arriva addirittura quarto, crollano tutti gli altri e così Blardone scala la montagna, è proprio il caso di dirlo, fino ad arrivare al primo posto.

Reichelt e Scoerghofer lo raggiungono sul podio nei due gradini più bassi, mentre gli altri italiani non si comportano male, dato che Simoncelli finisce decimo con una prestazione super nella seconda manche, la migliore di tutti, ma paga una scarsa prima manche alla ventinovesima posizione; e Giovanni Borsotti che arriva dodicesimo dopo il ventottesimo tempo nella prima manche. L’altro italiano, Moelgg chiude diciannovesimo.

Nei primi 10 si piazzano anche Hirscher, Fanara, Dopfer, Svindal e Defago. Questa è la terza vittoria alla Gran Risa per Blardone, l’ultima delle quali avvenuta nel 2009. Una vittoria nata dal cuore dopo che in settimana la sua fidanzata gli aveva comunicato che sarebbe diventato papà, e lui aveva deciso di dedicarle il podio se ce l’avesse fatta. Ma forse non immaginava nemmeno lui che lo scalino del podio sarebbe stato il più alto.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>