Formula 1 2013, nuova Ferrari F138

di Giulia Commenta

La nuova Ferrari F138 è un concentrato di tecnologia e passione carnale per la velocità, un mix ibrido tra uno squalo e una gazzella, un’anima in fibra di carbonio a nido d’ape, in linea con i termini di affidabilità con cui si è sfiorata la vittoria nello scorso Gran Premio. Finalmente sparisce quel “brutto muso” grazie al vanity panel, un elemento non strutturale che serve a rendere la carena frontale più gradevole alla vista, ma non influente ai fini dei diktat della FIA che prevedono musetti bassi e cockpit più avvolgenti.

» Ferrari F138 presentata ufficialmente

8 cilindri da 2398 cm3, sospensioni a tirante sia avanti che dietro, 32 valvole, 2 piloti: Fernando Alonso e Felipe Massa non vedono l’ora di spingerla al massimo al primo Gran Premio di Australia a Melbourne e una mano glie la darebbe anche il presidente Luca Cordero di Montezemolo che non manca del suo sa doit faire pragmatico e vincente: ” Bella o brutta l’importante è che sia competitiva dalla prima gara”. E’ amore incondizionato. Come biasimarlo visto che le Ferrari conclusero il primo Gran Premio al 5° posto e ritiro del brasiliano, al secondo la vittoria di Alonso fu intiepidita dalla safety car.

D’altronde in Formula 1 la Ferrari è abituata a pazientare e a proclamare “anno buono” solamente in previsione di una concreta possibilità di vittoria finale. E’ ancora viva la delusione del titolo sfumato all’ultimo Gran Premio, il sorpasso sospetto di Vettel con le bandiere gialle, Alonso che vorrebbe ma la scuderia decide di non fare ricorso. E meno male, una vittoria a tavolino sarebbe stata un onore a metà che avrebbe smorzato ogni desiderio di riscatto che quest’anno potrà dare quella marcia in più che occorre soprattutto nelle prime gare, quando l’assetto della vettura non è ottimale e gli errori sono più frequenti.

In gallery le rendering della nuova Ferrari F138, presentata ieri a Maranello

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>