Crescita esponenziale del rugby femminile

di Alba D'Alberto Commenta

Il rugby nel nostro Paese è un movimento in crescita. Quello al femminile sta assumendo delle proporzioni interessanti. Un’indagine riportata da Onrugby dà tutti i numeri del fenomeno. 

I dati sono del World Rugby ma a pubblicarli è ScrumQueens che funge da riferimento ufficiale per tutti coloro che si occupano di rugby al femminile a livello internazionale.  Si parla del numero di atlete che si dilettano con la palla ovale in ogni parte del mondo. L’Italia occupa l’ottava posizione con 2.127 giocatrici registrate, con una crescita del 41,24% rispetto all’anno prima.

Numeri importanti per l’Italia, spiega Onrugby aggiungendo che però il tasso di crescita è inferiore a quello dell’Australia (+42.18% e 3.124 atlete) e Argentina, quest’ultima con solo 841 giocatrici ma una variazione sul 2013 registrata in un +110.75%.

da Onrugby

Da sottolineare anche che il presidente FIR Alfredo Gavazzi nel recente incontro di Selvazzano con le società venete ha parlato del rugby femminile italiano dicendo come i numeri siano in crescita anche se al di sotto della potenzialità del nostro movimento. Allo studio ci sarebbe un nuovo un meccanismo di fusione tra realtà seven per promuovere la formazione di nuove squadre a XV.
La tabella pubblicata da ScrumQueens.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>