World Rugby ranking sempre uguale ma qualche novità per l’Italrugby è in vista

di Alba D'Alberto Commenta

L’Italrugby si prepara ad accogliere gli All Black in Italia a novembre e questo vorrà dire che bisogna allenarsi in modo efficace per altri due mesi. Insomma, sappiamo che contro i campioni del mondo non c’è niente da fare, ma bisogna pur lottare per la bandiera.

E se c’è una cosa cui ci hanno abituato i nostri rugbisti, è la lotta, unita ad una buona dose di sofferenza. Sentimento, quest’ultimo, che potrebbe essere alleviato allenando la difesa alla perfezione. Forse anche per questo si vocifera che sia in arrivo per l’Italrugby, Brendan Venter. 

In realtà, prima delle rielezione come presidente della FIR, a prometterlo ed annunciarlo era stato lo stesso Gavazzi. Ora Rugbymeet ha raccolto delle indiscrezioni che spiegano come l’arrivo di Brendan Venter è più vicino di quanto si creda. Il tecnico, che sarà incaricato di allenare la difesa, arriverà nei prossimi giorni con il suo palmares di tutto rispetto. Scrive Onrugby:

Classe 1969, il sudafricano ha ricoperto il ruolo di head coach ai London Irish, ai Saracens e ai Natal Sharks, mentre in estate era entrato a far parte del quadro tecnico proprio degli Irish, club per il quale aveva anche militato da giocatore.

Ma intanto qual è la situazione dell’Italia? Sono state pubblicate le nuove classifiche del ranking mondiale e sembra tutto invariato. In fondo la rivoluzione portata da O’Shea e dai suoi non è ancora percepibile. Il podio resta invariato, con l’Australia che si avvantaggia ulteriormente sul Sudafrica nel punteggio. L’Italia resta al 13esimo posto, dietro al Giappone e davanti alle Samoa. Di seguito la classifica ufficiale

download-6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>