Alex Lozowski potrebbe diventare un giocatore azzurro

di Alba D'Alberto Commenta

La nazionale azzurra di rugby, come molte altre selezioni nazionali, accoglie tanti giocatori naturalizzati e tanti che, avendo origini tricolore, provano a farle valere per ottenere una convocazione. Tra gli azzurrabili del momento, come sul dirsi, ci sarebbe anche Alex Lozowski. Chi è?

Abbiamo iniziato a conoscere Lozowski un anno e mezzo fa, quando fu presentato dal presidente della FIR Gavazzi in una conferenza stampa a Milano. Gavazzi disse che c’erano parecchi club interessati a questo giocatore, un’apertura classe 1993 che giocava nella stessa squadra di Masi a Londra. Disse il presidente della FIR:

“Alex Lozowski, il mediano degli Wasps con origini italiane, ci è stato segnalato da Masi tempo fa e ci interessa. Lo abbiamo incontrato due volte e gli abbiamo parlato per portarlo in una delle nostre due franchigie e in nazionale. Lui però vuole rimanere a Londra dove ha un contratto di tre anni”.

alex-lozowski

Lozowski ha origini italiane, sua madre è italiana e adesso potrebbe far valere queste origini per una convocazione nella nazionale di O’Shea. Anche se adesso di mediani d’apertura ce ne sono e per giunta, discretamente bravi, l’Italia non ha più l’acqua alla gola così la convocazione di questo giovane è stata rimandata. Continua però la sua brillante carriera rugbistica: dopo aver lasciato gli Wasps, è andato ai Saracens dove nelle prime quattro giornate ha fatto non soltanto due mete, ma ben 44 punti totali. Il ct della nazionale inglese ha messo gli occhi su questo giocatore che per ora non è stato convocato né in Inghilterra, né in Italia con il XV ufficiale. Un ottimo calciatore, cresciuto nell’Academy del Chelsea. A volte anche il calcio aiuta a scovare rugbisti in gamba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>