Prospettive per la Ferrari verso il Mondiale di Formula 1 del 2022

di Daniele Pace Commenta

Per la Ferrari non sarà facile raggiungere Red Bull e Mercedes in base alle nuove regole tecniche della Formula 1 per la stagione 2022

Spread the love

Ci sono grandi aspettative nei confronti della Ferrari, in vista del Mondiale di Formula 1 del 2022. Quest’anno segnerà l’inizio di un nuovo regolamento tecnico tanto atteso per la F1, costringendo i team a perseguire diversi concetti aerodinamici e gestire l’introduzione dei nuovi pneumatici da 18 pollici. Una vera e propria svolta, che consentirà di toccare con mano nuovi equilibri.

Ferrari

Cosa succederà alla Ferrari nel Mondiale di Formula 1 del 2022

Sarà un’opportunità per tutte le squadre di fare un grande passo avanti, con la Ferrari in particolare che cercherà di tornare in testa al gruppo dopo due anni senza vincere una gara. L’importanza del nuovo regolamento di questa stagione ha spinto la Ferrari a sospendere lo sviluppo della sua vettura 2021 all’inizio dello scorso anno, nonostante la sua battaglia serrata con la McLaren per il terzo posto nel campionato costruttori.

Anche con la fine anticipata del suo ciclo di aggiornamento, la Ferrari ha battuto la McLaren al terzo posto di 47,5 punti nella classifica finale mentre Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr si sono uniti per ottenere cinque podi e due pole position. In vetta alla classifica, Mercedes e Red Bull si sono trovate invischiate in una lotta serrata per i campionati dello scorso anno che è arrivata fino all’ultima gara della stagione ad Abu Dhabi.

Ma il direttore sportivo della Ferrari Laurent Mekies ha affermato che nonostante la necessità per Mercedes e Red Bull di concentrarsi sulle loro vetture 2021 a causa della lotta per il titolo, non si aspettava che avrebbe avuto un grande impatto sulle sue prospettive per quest’anno.

“Sono sicuro che hanno dovuto svilupparsi quest’anno”, ha detto Mekies. “Tuttavia, sono in entrambi i casi organizzazioni incredibili, e basta guardare i risultati per vederlo.

“Pertanto, non sottovaluterei nemmeno per un secondo la loro capacità di produrre una grande macchina per il 2022. Sì, hanno dovuto spendere di più per il 2021, ma se guardi ai risultati che hanno prodotto negli ultimi 10 anni, l’uno e l’altro, bisognerà essere molto ingenui per pensare che sarà facile chiudere spacco.

Perché alla fine bisogna ancora colmare il gap. Anche noi guardiamo i numeri delle vetture 2022 rispetto a dove siamo noi, e se rispetto a dove siamo siamo X di decimi più lenti di questi ragazzi, allora dobbiamo arrivare quel divario più il divario con loro. Quindi non sarei troppo preoccupato per loro.”

La Ferrari ha già promesso che la sua vettura per quest’anno presenterà “molte innovazioni”, inclusa un’unità di potenza “significativamente diversa” da quella utilizzata fino al 2021.  La squadra non si sfida per un campionato dal 2018, mentre la sua astinenza dal titolo risale al 2008, quando ha vinto per l’ultima volta la corona costruttori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>