Basket, Eurolega: Milano vince e spera, le altre italiane alle top 16

di Marco Mancini Commenta

Anche se è attaccata ad un filo, la speranza per l’Armani Milano di passare alle top 16 rimane viva. L’Olimpia infatti batte con un gran distacco Belgacom Spirou (88-53) e grazie al massacro che ha subito il Partizan contro il Real Madrid (101-83) può ancora avere una possibilità di raggiungere Siena e Cantù alle top 16. Nell’ultima partita del girone infatti Milano incontrerà proprio il Partizan in una gara da dentro o fuori, con la differenze punti appena a 4.

Ma intanto c’è da festeggiare per i 35 punti di distacco rifilati ai belgi di Charleroi. Certo, gli avversari non è che fossero temibili. Prima di questa gara avevano perso 6 partite su 8 ed ormai continuavano a giocare solo per onor di firma, ma comunque resta l’impresa di aver rifilato uno dei passivi più ampi dell’intero torneo.

La gara non ha mai storia. In un solo quarto Milano ha già doppiato Charleroi, e più arrivavano buone notizie da Madrid e più gli italiani continuavano ad inanellare canestri su canestri. Meglio di tutti Radosevic autore di 17 punti, ma anche Cook e Melli gli hanno dato manforte, mentre c’è da sottolineare come Hairston sia riuscito a sopperire degnamente all’assenza di Gallinari. E poi c’è la speranza Gentile, ormai ex della Benetton che sostituirà il Gallo a Milano e dovrebbe esordire proprio nella bollente sfida di Eurolega.

Nelle altre gare della serata c’è però da registrare l’impresa della Montepaschi che è riuscita a sconfiggere l’armata del Barcellona, unica insieme al CSKA Mosca ad aver vinto tutte le 8 partite precedenti. Entrambe le squadre erano già qualificate per le top 16 e quindi la gara è stata un po’ sottovalutata, ma a Siena va riconosciuto il merito di essere rimasta più in partita rispetto agli avversari, i quali erano sopra di 15 punti dopo il primo tempo, ma si sono fatti rimontare e superare nel finale come dei pivelli.

Unica nota stonata è la sconfitta di Cantù contro l’Olympiakos. A pesare più che altro è il punteggio, 86-61, che non rende giustizia al tasso tecnico visto in campo. Il risultato di questa gara, condito dalla vittoria del Caja Laboral e la sconfitta del Fenerbahce, porta al raro caso di 4 squadre a pari punti alla penultima giornata. Non sono però tutte qualificate in quanto i turchi, che perdono nei confronti diretti contro il Gescrap, possono ancora rimanere fuori, mentre Bennet è comunque sicura di passare il turno.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>